© Copyright Roberto Mantovani - Anna Di Natale 2010-2019 Tutti i diritti riservati.

Vietata la riproduzione anche parziale, se non previa autorizzazione scritta dell’autore.
Mantovani Roberto - C.F. MNTRRT68C06H501W

Cookie Policy
Privacy Policy

Sensitività nella Natura

Testi di Anna Di Natale

Sensitività

Quando i confini di ciò che è visibile scompaiono, si attiva la seconda vista.

Gli Orizzonti si dilatano e traspare l’interno di ogni cosa.

Ogni forma, dentro alla sua densità, è abitata da esseri spirituali.

Possiamo chiamarla Essenza o Sensazione di ciò che è autentico.

La libertà dei sensi conduce oltre la soglia del conosciuto, per incontrarlo nella sua intimità e per conoscerlo meglio.

Nel Cammino Spirituale, la spoliazione dall’umane influenze e l’affinamento dei canali percettivi, introduce alla Vita Reale.

Scrittura nella Natura

Alfabeti nelle forme naturali

scolpiscono sensazioni e parole.

Linguaggi Cosmici

comunicano all’animo umano.

Ogni fiore, ogni albero, ogni uccello,

non vi è una forma nella Natura,

che non sia già parte dell’essere umano.

Si legge all’esterno

il riflesso del proprio interno,

che non è altro che un riflesso del Raggio Divino.

Tra il Sensibile e il Sovrasensibile

Esistono esseri sulla Terra che non sono di questo Mondo, ad esempio le farfalle. Esse non sono del tutto calate nella materia. La luce del Sole attiva delle forze all’interno delle loro uova. Tali forze, daranno luogo, nelle differenti fasi metamorfiche, a quelle meravigliose creature con ali così grandi, rispetto al loro corpo, con ali dipinte da colorate e sottili polveri solari. Infatti, le farfalle sono spesso messaggere di chi non è più in questo Mondo, come a volte avviene con i nostri cari trapassati.

Nella Terra sono contenute innumerevoli sfumature dimensionali, ognuna con un preciso compito, ognuna con la presenza di anelli che le congiungono e le fanno interagire tra loro.

Riflessione

Dopo trent'anni di ricerca spirituale, credo profondamente che il male sia soltanto una creazione dell'immaginazione umana, quando nel cuore di una persona ci sono troppi dolori non ancora guariti. Così accade che, in una persona oppure in una collettività, i propri dolori, anziché guarirli dentro di se, vengono proiettati all'esterno, immaginando che in molti luoghi e in molti esseri esista il male. L'unica via di guarigione è nella direzione del proprio cuore. A questo livello di profondità, di strada ne esiste una sola: il viaggio chiamato vita umana passa soltanto attraverso il cuore. Questa è la porta verso l'infinito. Questo è il passaggio che ci riconnette alla Sorgente.

 

Roberto Mantovani

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now